19 febbraio 2018

20 febbraio 1958 - Viene approvata la legge Merlin




















La legge 20 febbraio 1958, n. 75 è una legge della Repubblica Italiana, nota come legge Merlin, dal nome della promotrice nonché prima firmataria della norma, la senatrice della Repubblica Italiana Lina Merlin. Essa abolì la regolamentazione della prostituzione, chiudendo le case di tolleranza e introducendo i reati di sfruttamento, induzione e favoreggiamento della prostituzione. La prostituzione, in sé, volontaria e compiuta da donne (o uomini) maggiorenni e non sfruttati, restò però legale, in quanto considerata parte delle scelte individuali garantite dalla Costituzione, come parte della libertà personale inviolabile (articolo 13). La legge Merlin regola tuttora il fenomeno in Italia.



18 febbraio 2018

19 febbraio 2016 - Muore il filosofo-scrittore Umberto Eco

















Umberto Eco (Alessandria, 5 gennaio 1932 - Milano 19 febbraio 2016)

E' stato un semiologo, filosofo e scrittore italiano di fama internazionale. Nel 1988 ha fondato il Dipartimento della Comunicazione dell'Università di San Marino. Dal 2008 è professore emerito e presidente della Scuola Superiore di Studi Umanistici dell'Università di Bologna.

Saggista prolifico, ha scritto numerosi saggi di semiotica, estetica medievale, linguistica e filosofia, oltre a romanzi di successo.
Dal 12 novembre 2010 Umberto Eco è stato socio dell'Accademia dei Lincei, per la classe di Scienze Morali, Storiche e Filosofiche.

Le sue opere

Narrativa

Il nome della rosa (1980) - Un giallo di ambientazione medievale, vincitore del Premio Strega nel 1981, finalista del Edgar Award nel 1984. Vedi anche Postille al nome della rosa per informazioni sull'ambientazione. Da questo libro è stato anche tratto un film omonimo con Sean Connery e Christian Slater.
Il pendolo di Foucault (1988) - Complotti, esoterismo e magia in un contesto ambientato ai giorni nostri.
L'isola del giorno prima (1994) - La storia di un nobile del XVII secolo naufragato sulla linea del cambiamento di data.
Baudolino (2000) - La storia di un giovane contadino piemontese adottato dall'imperatore Federico I Barbarossa e delle sue incredibili avventure.
La misteriosa fiamma della regina Loana (2004) - Questo romanzo, benché illustrato a colori, è dominato dalla nebbia. Nella nebbia si risveglia Yambo, dopo un incidente che gli ha fatto perdere la memoria. Accompagnandolo nel lento recupero di sé stesso, la moglie lo convince a tornare nella casa di campagna dove ha conservato i libri letti da ragazzo, i quaderni di scuola, i dischi che ascoltava allora.
Il cimitero di Praga (2010) - Storia di un viaggiatore e truffatore che ha contribuito alla creazione dei Protocolli dei savi di Sion.


Saggistica

Il problema estetico in San Tommaso, Torino: Edizioni di Filosofia, 1956 (Seconda ed. modificata: Il problema estetico in Tommaso d'Aquino, Milano: Bompiani, 1970).
Sviluppo dell'estetica medievale, in Momenti e problemi di storia dell'estetica, Milano: Marzorati, 1959 (Seconda ed. modificata: Arte e bellezza nell'estetica medievale, Milano: Bompiani, 1987)
Storia figurata delle invenzioni. Dalla selce scheggiata al volo spaziale, Milano: Bompiani, 1961 (con G. B. Zorzoli)
Opera aperta, Milano: Bompiani, 1962 (Seconda ed. modificata: 1967; sulla base dell'ed. francese 1965, 1971, Quarta ed. modificata 1976).
Diario minimo, Milano: Mondadori, 1963 (ed. modificata, 1975) (contiene la celeberrima Fenomenologia di Mike Bongiorno e l'altrettanto celebre Elogio di Franti)
Apocalittici e integrati, Milano: Bompiani, 1964 (ed. modificata, 1977)
Il caso Bond (a cura di, con Oreste del Buono), Milano: Bompiani, 1965
Le poetiche di Joyce, Milano: Bompiani, 1966 (ed. modificata sulla base della seconda parte di Opera Aperta, 1972).
Appunti per una semiologia delle comunicazioni visive, Milano: Bompiani, 1967 (poi in La struttura assente)
L'Italie par elle-meme. A portrait of Italy. Autoritratto dell'Italia (a cura di, con Giulio Carlo Argan, Guido Piovene, Luigi Chiarini, Vittorio Gregotti e altri), Milano: Bompiani, 1967
La struttura assente, Milano: Bompiani, 1968 (ultima ed. modificata, 1980)
La definizione dell'arte, Milano: Mursia, 1968
L'arte come mestiere (a cura di), Milano: Bompiani, 1969
I sistemi di segni e lo strutturalismo sovietico (a cura di, con Remo Faccani), Milano: Bompiani, 1969
L'industria della cultura (a cura di), Milano: Bompiani, 1969
Le forme del contenuto, Milano: Bompiani, 1971
Il nuovo medioevo, Milano: Bompiani, 1972 (con Francesco Alberoni, Furio Colombo e Giuseppe Sacco)
Estetica e teoria dell'informazione (a cura di), Milano: Bompiani, 1972
Il segno, Milano: Isedi, 1973 (seconda ed. modificata, Milano: Mondadori)
Il costume di casa, Milano: Bompiani, 1973
Beato di Liébana, Milano: Franco Maria Ricci, 1973
Trattato di semiotica generale, Milano: Bompiani, 1975
(EN) A Theory of Semiotics, Bloomington: Indiana U.P., 1976 (e London: Macmillan, 1977) (versione inglese originale di Trattato di semiotica generale)
Il superuomo di massa, Roma: Cooperativa Scrittori, 1976 (ed. modificata, Milano: Bompiani, 1978)
Dalla periferia dell'impero, Milano: Bompiani, 1977
Come si fa una tesi di laurea, Milano: Bompiani, 1977
(EN) The Role of the Reader, Bloomington: Indiana U.P., 1979 (e London: Hutchinson, 1981) (contiene saggi presi da Opera aperta, Apocalittici e integrati, Forme del contenuto, Lector in Fabula e Il superuomo di massa)
(EN, FR) A semiotic Landscape. Panorama sémiotique. Proceedings of the Ist Congress of the International Association for Semiotic Studies, Den Haag, Paris, New York: Mouton (= Approaches to Semiotics, 29) (a cura di, con Seymour Chatman e Jean-Marie Klinkenberg).
Lector in fabula, Milano: Bompiani, 1979
(EN) Function and sign: the semiotics of architecture. A componential analysis of the architectural sign /column/, in G. Broadbent e altri (a cura di), Signs, symbols and architecture, New York: Wiley, 1980
(GR) E semeiologia sten kathemerine zoe, Thessaloniki: Malliares, 1980 (antologia di saggi).
Il "Milione": descrivere l'ignoto, in L'espresso, 1982
Postille al nome della rosa (1983) (aggiunte all'ed. italiana tascabile di Il nome della rosa, Milano: Bompiani, 1984)
The Sign of Three. Peirce, Holmes, Dupin (a cura di, con Thomas A. Sebeok), Bloomington: Indiana U.P., 1983 (trad. Il segno dei tre, Milano: Bompiani)
Sette anni di desiderio, Milano: Bompiani, 1983
Semiotica e filosofia del linguaggio, Torino: Einaudi, 1984
(PT) Conceito de texto, São Paulo: Queiroz, 1984
Sugli specchi e altri saggi, Milano: Bompiani, 1985
(FR) De Bibliotheca, Caen: L'échoppe, 1986
(DE) Streit der Interpretationen, Konstanz: Universitätverlag Konstanz GMBH, 1987
(FR) Notes sur la sémiotique de la réception, Paris: Actes Sémiotiques, IX, 81, 1987 (Centre National de la Recherche Scientifique)
(EN) Meaning and mental representations (a cura di, con M. Santambrogio e Patrizia Violi), Bloomington: Indiana U.P., 1988
(DE) Im Labyrinth der Vernunft. Texte über Kunst und Zeichen, Leipzig: Reclam, 1989 (antologia di saggi)
Lo strano caso della Hanau 1609, Milano: Bompiani, 1989
Leggere i Promessi sposi (con Maria Corti), Milano, Bompiani, 1989
(DE) Auf dem Wege zu einem Neuen Mittelalter, München: DTV Grossdruck, 1990 (antologia di saggi).
I limiti dell'interpretazione, Milano: Bompiani, 1990
Stelle e stellette, Genova: Melangolo, 1991
Vocali, Napoli: Guida, 1991
Il secondo diario minimo, Milano: Bompiani, 1992
(EN) Interpretation and Overinterpretation, Cambridge: Cambridge U.P., 1992
La memoria vegetale, Milano: Ed. Rovello, 1992
La ricerca della lingua perfetta nella cultura europea, Bari: Laterza, 1993
(GR) Ton augousto den Uparchoun eideseis, Thessaloniki: Parateretés, 1993 (antologia di saggi).
(EN) Apocalypse Postponed, Bloomington: Indiana U.P, 1994 (a cura di Robert Lumley, saggi da Apocalittici e integrati)
(EN) Six Walks in the Fictional Woods, Cambridge: Harvard U.P., 1994 (tradotto come Sei passeggiate nei boschi narrativi, Milano: Bompiani)
Povero Pinocchio (a cura di), Modena: Comix, 1995
In cosa crede chi non crede? (con Carlo Maria Martini), Roma: Liberal, 1996
(DE) Neue Streichholzbriefe, München: DTV, 1997
Cinque scritti morali, Milano: Bompiani, 1997
Kant e l'ornitorinco, Milano: Bompiani, 1997
(EN) Talking of Joyce (con Liberato Santoro-Brienza), Dublin: University College Dublin Press, 1998
(DE) Gesammelte Streichholzbriefe, München: Hanser, 1998
(EN) Serendipities. Language and Lunacy, New York: Columbia U.P., 1998 (e London: Weidenfeld, 1999)
Tra menzogna e ironia, Milano: Bompiani, 1998
La bustina di Minerva, Milano: Bompiani, 2000
(NO) Den nye Middelalderen og andre essays, Oslo: Tiden Norske, 2000 (antologia di saggi)
(DE) Mein verrücktes Italien, Berlin: Wagenbach, 2000 (antologia di saggi)
(CS) Mysl a smysl, Praha: Moravia press, 2000 (antologia di saggi)
(EN) Experiences in translation, Toronto: Toronto U.P., 2000
Riflessioni sulla bibliofilia, Milano: Ed. Rovello, 2001
(DE) Sämtliche Glossen und Parodien, München: Hanser, 2001 (raccolta completa da Diario mimimo, Secondo diario minimo, Bustina di Minerva e altre parodie da raccolte in tedesco)
Sulla letteratura, Milano: Bompiani, 2002
Dire quasi la stessa cosa. Esperienze di traduzione, Milano: Bompiani, 2003
(EN) Mouse or Rat?: Translation as Negociation, London: Weidenfeld & Nicholson, 2003 (Experiences in translation e saggi selezionati da Dire quasi la stessa cosa)
Bellezza. Storia di un'idea dell'Occidente (a cura di, CD-ROM), Milano: Motta On Line, 2002
Storia della bellezza, Milano: Bompiani, 2004 (a cura di)
Il linguaggio della terra australe, Milano: Bompiani, 2004 (edizione non commerciale)
Il Codice Temesvar, Milano: Ed. Rovello, 2005
Nel segno della parola (con Daniele Del Giudice e Gianfranco Ravasi), a cura di Ivano Dionigi, Milano: Rizzoli, 2005
A passo di gambero. Guerre calde e populismo mediatico, Milano: Bompiani, 2006
La memoria vegetale e altri scritti di bibliofilia, Milano: Bompiani, 2006
Sator Arepo eccetera, Roma: Nottetempo, 2006
Storia della bruttezza, Milano: Bompiani, 2007 (a cura di)
11/9 La cospirazione impossibile, Milano: Piemme, 2007 (volume di autori vari a cura di Massimo Polidoro)
Dall'albero al labirinto, Milano: Bompiani, 2007
Nebbia (a cura di, con Remo Ceserani), Torino: Einaudi, 2009 (antologia letteraria di racconti a tema)
Non sperate di liberarvi dei libri (con Jean-Claude Carrière), Milano: Bompiani, 2009
Vertigine della lista, Milano: Bompiani, 2009
Il Medioevo. Barbari, Cristiani, Musulmani (a cura di), Milano: Encyclomedia Publishers, 2010
Il Medioevo. Cattedrali, Cavalieri, Città (a cura di), Milano, Encyclomedia Publishers, 2011
Il Medioevo. Castelli, Mercanti, Poeti (a cura di), Milano, Encyclomedia Publishers, 2011
Costruire il nemico e altri scritti occasionali, Milano: Bompiani, 2011
Il Medioevo. Esplorazioni, Commerci, Utopie (a cura di), Milano, Encyclomedia Publishers, 2011
Scritti sul pensiero medievale, Milano: Bompiani, 2012


11 febbraio 2018

12 febbraio 2017 - Muore il cantante statunitense Al Jarreau















Al Jarreau, nome d'arte di Alwyn Lopez Jarreau (Milwaukee, 12 marzo 1940 - Los Angeles, 12 febbraio 2017)

E' un cantante statunitense.

Figlio di un pastore della Chiesa Avventista del Settimo Giorno, ebbe le prime esperienze canore in un coro ecclesiastico. Durante gli anni del college cantò in un coro dilettantistico chiamato The Indigos e si diplomò nel 1962.

Le prime vere esperienze professionali sono legate ad un trio capitanato da George Duke; da allora Jarreau decise di intraprendere la carriera di cantante professionista.

Al Jarreau è l'unico cantante ad aver vinto tre Grammy Award in tre diverse categorie: jazz, pop, and R&B. Cantante moderno, capace di esplorare con la voce tutte le timbriche, su ritmi swing, pop, jazz e R&B. Baritono naturale, è noto per la sua capacità di evoluzione timbrica e per il modo di saltare fra le ottave.

L'8 febbraio 2017 viene ricoverato in un ospedale di Los Angeles a causa di un grave esaurimento nervoso, che lo costringe a cancellare tutti gli spettacolo previsti, ritirandosi dalle scene. Muore quattro giorni dopo, un mese prima di compiere 77 anni.

Le sue interpretazioni

1975: We Got By (Reprise)
1976: Glow (Reprise) - US# 132, R&B numero 30, Jazz# 9
1977: Look to the Rainbow (Warner Bros. Records) - US# 49, R&B# 19, Jazz# 5
1978: All Fly Home (Warner Bros.) - US# 78, R&B# 27, Jazz# 2
1980: This Time (Warner Bros. Records) - US# 27, R&B# 6, Jazz# 1
1981: Breakin' Away (Warner Bros. Records) - US# 9, R&B# 1, Jazz# 1, UK# 60
1983: Jarreau (Warner Bros. Records) - US# 13, R&B# 4, Jazz# 1, UK# 39
1983: The Masquerade Is Over (Happy Bird)
1983: Ain't No Sunshine (Magnum / Blue Moon)
1984: High Crime (Warner Bros. Records) - US# 49, R&B# 12, Jazz# 2, UK# 81
1984: Spirits & Feelings
1984: Al Jarreau (Forever Gold)
1985: In London (Warner Bros. Records) - US# 125, R&B# 55, Jazz# 10
1985: Replay of Al Jarreau
1985: You (Colliers)
1986: L Is for Lover (Warner Bros. Records) - US# 81, R&B# 30, Jazz# 9, UK# 45
1987: Sings Bill Withers (Blue Moon)
1988: Manifesto
1988: Heart's Horizon (Warner Bros. Records) - US# 75, R&B# 10, Jazz# 1
1992: Heaven and Earth (Warner Bros.) - US# 105, R&B# 30, Jazz# 2
1994: Tenderness (Warner Bros. Records) US# 114, R&B# 25, Jazz# 2
1995: Living For You (Blue Moon)
1996: Best of Al Jarreau (Warner Bros. Records) - Jazz numero 8
1996: Lean on Me (ITC Masters)
1998: Tribute to Bill Withers (Culture Press)
1998: Love & Happiness (Mastertone)
1998: Improvisations (Blue Moon)
1999: Masters' ' (Eagle Rock Records)
2000: Tomorrow Today (GRP) - US# 137, R&B# 43, Jazz# 1
2000: Gold Collection (Fine Tune)
2000: Al Jarreau: Magic Collection (The Magic Collection)
2000: Golden Legends (Direct Source)
2000: Come Rain or Shine (Jazz Time)
2000: Early Gold And New Spins (Cleopatra Records)
2001: This One's for You (Hallmark Records)
2001: Expressions (Prism Platinum)
2002: Free Spirit (Park South Records)
2002: Still In Love With You (Blue Moon)
2002: All I Got (GRP) - US# 137, R&B# 43, Jazz# 3
2002: One Note Samba (Traditional Line)
2003: Members Edition (United Multi License)
2004: Al and Lou (2 Camels)
2004: Master Classics (Master Classics)
2004: Accentuate the Positive (GRP Records)
2005: The Great Al Jarreau (Goldies)
2005: My Favorite Things (Golden Stars)
2005: R&B Soul (Direct Source)
2006: Most Famous Hits (Most Famous)
2006: Al Jarreau/George Benson Super (MNT)
2006: Improvisations Album One (Synergie)
2006: Improvisations Album Two (Synergie)
2006: Living for You (Synergie)
2006: Givin' It Up (with George Benson) (Concord) - US# 58, R&B# 14, Jazz# 1
2007: R&B Soul: Live (Direct Source)
2008: Look To The Rainbow: Live in Europe
2008: Love Songs (Rhino)
2008: Christmas (Rhino)
2009: The Very Best Of Al Jarreau: An Excellent Adventure (Rhino)
2012 Al Jarreau and The Metropole Orkest Live (Concord)
2014 My Old Friend - Celebrating George Duke (Rhino)

10 febbraio 2018

11 febbraio 2016 - Muore Renato Bialetti "l'omino coi baffi"










(Omegna, 2 febbraio 1923 – Ascona, 11 febbraio 2016) è stato un imprenditore italiano, figlio di Alfonso Bialetti, inventore della moka.

Nasce ad Omegna e cresce nell'azienda di famiglia, fondata dal padre Alfonso nel 1919.

Nel 1946 prende in mano le redini dell'azienda. Nel 1953, insieme all'amico fumettista Paul Campani, inventa a scopo pubblicitario la figura dell'"omino coi baffi". Diventerà uno dei tormentoni del Carosello, che farà impennare le vendite e che entrerà nell'immaginario collettivo degli italiani.

Ormai anziano, cede nel 1986 l'azienda di famiglia (che pure aveva un fatturato di 20 miliardi di lire) al gruppo Faema, che la cederà a sua volta a Rondine Italia nel 1993. Nel 1998 nasce, dalla fusione di Bialetti e Rondine, la Bialetti Industrie. Si ritira a vivere in Svizzera, ad Ascona, dove muore nella notte fra il 10 e l'11 febbraio 2016. All'atto delle esequie, svolte nella chiesa di Montebuglio, frazione di Casale Corte Cerro, le sue ceneri sono state conservate in una delle iconiche "Mokona Bialetti". Successivamente è stato sepolto nella tomba di famiglia nel cimitero di Omegna.

9 febbraio 2018

10 febbraio 2004 - Nasce il sito fotografico Flickr






















Flickr è stato sviluppato dalla Ludicorp, una compagnia canadese di Vancouver fondata nel 2002 da Stewart Butterfield e Caterina Fake. Il termine viene dall'inglese "flicker", che significa "tremolare", o "sfavillare". Nel marzo del 2005, sia la Ludicorp che Flickr sono stati comprati da Yahoo!: i server, quindi, sono stati trasferiti dal Canada agli Stati Uniti. Il 16 maggio 2006 Flickr conclude la fase di sviluppo beta, definendosi in stato "gamma", ossia non più in fase di prova ma in stato di perpetua evoluzione.

Il 29 dicembre 2006 sono stati ritoccati i limiti portando a 100 MB al mese (dai precedenti 20 MB) per gli account gratuiti ed a 2 GB al mese per gli utenti a pagamento. Nel gennaio 2007 Flickr ha completato la migrazione alla piattaforma Yahoo! facendo trasferire forzatamente i vecchi utenti con account aperto prima dell'acquisizione del 2005 ad un account della piattaforma Yahoo!. Nel giugno 2007 Flickr ha concluso anche la sua fase Gamma, sostituendo la dicitura Gamma con "Flickr LOVES YOU".

In concomitanza, il servizio, precedentemente disponibile solo in lingua inglese, viene localizzato in diverse lingue, fra cui l'italiano; nello stesso mese ha anche inaugurato un sistema di censura guidato dagli utenti per filtrare le fotografie considerate potenzialmente controverse. Nell'aprile 2008 Flickr ha introdotto la possibilità, solo per gli utenti a pagamento, di caricare video della durata massima di 90 secondi e di dimensione massima di 150 MB. Nel maggio 2013 Flickr ha presentato un layout aggiornato, aggiungendo funzionalità aggiuntive e portando lo spazio a disposizione per gli account gratuiti a 1 TB. È stata inoltre aggiornata l'applicazione Android.

31 gennaio 2018

1 febbraio 1968 - L'esecuzione a bruciapelo del Viet Cong simbolo dell'orrore in Vietnam















Era il 1 febbraio 1968. I nordvietnamiti avevano attaccato a sorpresa, il giorno prima, i nemici del Sud e gli alleati americani, durante l’Offensiva del Tet. Un assalto che fu respinto, all’improvviso, proprio dopo la cattura del Viet Cong, e lo scatto di Adams. Il soldato nemico era stato acciuffato dopo una strage di civili gettati in una fossa. Il generale sudvietnamita Nguyen Ngoc Loan, una specie di eroe che aveva il merito di tranquillizzare le truppe anche nei momenti più duri, trascinò il Viet Cong fino alla jeep e gli puntò la pistola al viso. Eddie Adams, fotoreporter della Associated Press, era sul posto. Iniziò a scattare foto, mentre il prigioniero, circondato da soldati dell’Esercito del Sud del Vietnam, restava inerme, fermo, tremante e condannato in calzoncini e camicia a quadri.

30 gennaio 2018

31 gennaio 2012 - La Toyota Corolla diventa l'utilitaria più venduta di tutti i tempi
















La Toyota Corolla è una autovettura media prodotta dalla Toyota dal 1966 in diverse versioni. Dal 1997 è considerata l'auto più venduta di tutti i tempi e la prima automobile ad aver superato la soglia delle 30 milioni di unità prodotte. Secondo alcune statistiche ogni 40 secondi nel mondo si venderebbe una Toyota Corolla. Il codice che all'interno della casa identifica il telaio Corolla è B.

Dal 2007, le versioni a 3 e 5 porte della Corolla vennero tolte dal commercio in favore dell'erede, la Toyota Auris.

Le varie versioni negli anni

Toyota Corolla E10 (1966)
Toyota Corolla E20 (1970)
Toyota Corolla E30, E40, E50 (1974)
Toyota Corolla E70 (1979)
Toyota Corolla E80 (1983)
Toyota Corolla E90 (1987)
Toyota Corolla E100 (1991)
Toyota Corolla E110 (1995)
Toyota Corolla E120/E130 (2000)
Toyota Corolla E140/E150 (2006)
Toyota Corolla E160/E170 (2012)

20 gennaio 2018

21 gennaio 1941 - Nasce il tenore spagnolo Placido Domingo














José Plácido Domingo Embil, noto semplicemente come Plácido Domingo (Madrid, 21 gennaio 1941), è un tenore, baritono e direttore d'orchestra spagnolo.

Tenore lirico-drammatico, celebre soprattutto come cantante d'opera, oltre che di musica latinoamericana, dal 1973 è attivo anche come direttore d'orchestra, lavorando con alcuni dei maggiori enti lirici internazionali. È direttore generale della Washington National Opera e della "Los Angeles Opera". Un sondaggio svolto in Gran Bretagna lo ha posto al 58º posto nella lista dei 100 geni viventi.

Apprezzato per l'intensa vocalità e per le considerevoli doti sceniche, Domingo ha al suo attivo un'ampia galleria di ruoli tenorili, soprattutto in opere di lingua italiana, francese e tedesca, e ha occasionalmente interpretato ruoli da baritono (Il barbiere di Siviglia, Simon Boccanegra, Rigoletto), oltre a diverse parti tenorili o baritonali in zarzuelas e musicals, dando vita a un repertorio tra i più ampi ed eclettici di tutti i tempi (oltre 130 ruoli al giugno 2009). A ciò si aggiunge un'altrettanto vasta frequentazione della musica liederistica e leggera, comprendente soprattutto brani in spagnolo, inglese e italiano (ma anche in tedesco, cinese, francese e persino nell'antica lingua Maya). Negli anni novanta la sua fama si è spinta al di là del mondo della lirica grazie ai celebri concerti dei Tre Tenori, tenuti con i colleghi Luciano Pavarotti e José Carreras.

19 gennaio 2018

20 gennaio 2014 - Muore il direttore d'orchestra Claudio Abbado

























Claudio Abbado (Milano, 26 giugno 1933 - 20 gennaio 2014) è stato un direttore d'orchestra italiano.

Claudio Abbado nasce a Milano nel 1933 da una famiglia borghese e ricca di stimoli culturali: suo padre, Michelangelo Abbado, è insegnante di violino al prestigioso Conservatorio '"Giuseppe Verdi" di Milano e poi vicedirettore dello stesso; la madre, Maria Carmela Savagnone è pianista e scrittrice per bambini, suo fratello maggiore, Marcello Abbado, è pianista ed in seguito compositore e direttore dello stesso conservatorio milanese. Ha anche altri due fratelli: Luciana Abbado Pestalozza, fondatrice del Festival di MilanoMusica e Gabriele Abbado, architetto.
Fino al 1955, compie i suoi studi presso il conservatorio meneghino, specializzandosi in composizione, pianoforte e direzione d'orchestra. Dopo il diploma, si perfeziona con Friedrich Gulda per il pianoforte e Antonino Votto per la direzione d'orchestra. In seguito, si trasferisce a Vienna, avendo vinto una borsa di studio biennale per i prestigiosi corsi di perfezionamento in direzione orchestrale di Hans Swarowsky.
In questo stesso periodo riesce a farsi ammettere al coro della Gesellschaft der Musikfreunde, al fine di assistere alle prove dei maggiori direttori d'orchestra del mondo, fra i quali Bruno Walter, George Szell e Herbert von Karajan. Nel contempo partecipa ai corsi di perfezionamento dell'Accademia Chigiana di Siena, tenuti da Alceo Galliera (che dirigeva anche la Philharmonia di Londra) e Carlo Zecchi, dell'Orchestra Filarmonica Cecoslovacca.
Nel 1958 vince il concorso Koussevitzky della Boston Symphony Orchestra a Tanglewood (USA), che gli permette di fare il suo debutto americano con la New York Philharmonic.

Da tempo malato muore il mattino del 20 gennaio 2014 all'età di 80 anni nella sua abitazione di Bologna vicino a Piazza Santo Stefano. La camera ardente, nella Basilica di Santo Stefano, viene aperta nel pomeriggio del 21 gennaio e chiusa alla mezzanotte del giorno dopo. Centinaia di bolognesi e ammiratori han fatto visita al maestro durante questi due giorni. Dopo mezzanotte, viene celebrata una cerimonia strettamente privata di benedizione della salma, che durante la notte sarà cremata sempre vicino a Bologna. Proprio in questa città, è stato fra i promotori del progetto annunciato nel 2011 di costruire un grande Auditorium disegnato da Renzo Piano nell'area della Manifattura delle Arti; il complesso di circa 1800 posti a sedere dovrebbe diventare la sede stabile dell'Orchestra Mozart, con un'acustica "vicina alla perfezione", studiata dal grande acustico giapponese Yasuhisa Toyota.

17 gennaio 2018

18 gennaio 2017 - La tragedia colposa all'Hotel Rigopiano causata da una valanga



















Il 18 gennaio 2017, a seguito di una intensa nevicata e forse anche di scosse telluriche del terremoto del Centro Italia del 2016-2017, l'Hotel Rigopiano, ex rifugio e unico albergo della frazione, è stato investito da una valanga di neve e detriti proveniente da una linea di cresta del Monte Siella (2027 m). Fra le 40 persone presenti fra ospiti e personale, vi sono state 29 vittime e 11 sopravvissuti. I soccorsi sono potuti giungere solo all'alba del giorno seguente, date le vie di comunicazione interrotte e la scarsa visibilità per gli spostamenti in elicottero.

La valanga di Rigopiano è un evento verificatosi presso l'omonima località situata nel comune di Farindola, in Abruzzo. La slavina, distaccatasi da una cresta sovrastante,ha investito l'albergo Rigopiano-Gran Sasso Resort, causando ventinove vittime. Si tratta della tragedia più grave causata da valanga avvenuta in Italia dal 1916 e dal 1999 in Europa.

La Magistratura, a mezzo della procura di Pescara, ha aperto un'inchiesta sull'accaduto per accertare eventuali responsabilità circa l'idoneità della struttura portante dell'albergo, il luogo della costruzione dell'edificio rispetto al rischio valanghe e il presunto ritardo dei soccorsi a partire dalle comunicazioni della tragedia. L'albergo, a seguito della ristrutturazione del 2007 con l'introduzione di un centro benessere, era stato al centro di una inchiesta per presunto reato di occupazione abusiva di suolo pubblico, ma gli indagati erano poi stati tutti assolti nel 2016 perche "il fatto non sussiste".

Nel 1999 uno studio evidenziava che l'albergo sorgeva effettivamente in una zona a rischio, senza tuttavia che ciò abbia influito sui lavori di ristrutturazione e forse l'edificio stesso era stato costruito sui detriti di una precedente valanga del 1936. L'osservazione di alcune fotografie scattate negli anni 1945 e del 1954 con altre scattate negli anni 1975 e 1985 sembrano indicare, secondo alcuni osservatori, un rimboschimento di un'area precedentemente denudata del versante sinistro del canalone, confermando, secondo un geologo l'ipotesi una valanga avvenuta nel 1936 che avrebbe distrutto la copertura boschiva.

Il giornale francese Charlie Hebdo pubblicò un articolo satirico sulla vicenda, suscitando forti polemiche in Italia. Il 22 gennaio 2017, il sindaco di Farindola Ilario Lacchetta annunciò l'intenzione di intraprendere atti legali contro la rivista, giudicando l'articolo come "ben oltre il cattivo gusto" ed offensivo in modo molto simile ad una precedente pubblicazione sul terremoto del centro Italia del 2016.



9 gennaio 2018

10 gennaio 2016 - Muore il cantautore britannico David Bowie




David Bowie (David Robert Jones; Londra, 8 gennaio 1947 - New York 10 gennaio 2016)

E' un cantautore, polistrumentista, attore e compositore britannico.
Attivo dalla metà degli anni sessanta, Bowie ha attraversato cinque decenni nella musica rock, reinventando nel tempo il suo stile e la sua immagine e creando personaggi come Ziggy Stardust, Halloween Jack e The Thin White Duke (noto in Italia come il Duca Bianco). Dal folk acustico all'elettronica, passando attraverso il glam rock, il soul e il krautrock, David Bowie ha lasciato tracce che hanno influenzato molti artisti.

Come attore, dopo alcune piccole apparizioni ha avuto un buon successo nel 1976 come protagonista del film di fantascienza L'uomo che cadde sulla Terra di Nicholas Roeg. Tra le sue interpretazioni più note si ricordano Furyo (Merry Christmas Mr. Lawrence) di Nagisa Oshima del 1983, Absolute Beginners e Labyrinth del 1986 e Basquiat di Julian Schnabel del 1996 nel quale interpreta il ruolo di Andy Warhol.

David Bowie è sposato dal 1992 con la modella somala Iman Mohamed Abdulmajid ed ha due figli, Duncan Zowie Haywood (nato nel 1971 dal precedente matrimonio con Mary Angela Barnett) e Alexandria Zahra (nata nel 2000), oltre a Zulekha, nata dal precedente matrimonio di Iman. Nel 2008 è stato inserito al 23º posto nella lista dei 100 migliori cantanti secondo Rolling Stone, e tra le sue migliori "tracce vocali" ci sono Life on Mars?, Space Oddity, Starman ed Heroes. Nel 2007 è secondo la rivista Forbes al quarto posto nell'elenco dei cantanti più ricchi del mondo.

L'8 gennaio 2016, giorno del suo 69esimo compleanno, è uscito Blackstar,il suo ultimo lavoro in studio. Due giorni dopo, nella notte tra il 10 e l'11 gennaio, David Bowie muore nel suo attico di New York,all'indirizzo 285 di Lafayette Street, a causa dell'aggravarsi di un tumore al fegato contro il quale combatteva in gran segreto da 18 mesi. La triste notizia è stata divulgata tramite il suo profilo Facebook ufficiale, mentre nei giorni successivi lo stesso produttore Robert Fox, molto amico di Bowie, ha rivelato che la rockstar gli avrebbe confidato di voler intraprendere una cura sperimentale contro il cancro.Fox raccontò inoltre che solo pochi fidati amici e i familiari erano a conoscenza della sua malattia ma che altrettante persone, tra coloro che stavano lavorando alla registrazione dell'album, non erano a conoscenza della diagnosi fino alla triste notizia.

I suoi album

1967 - David Bowie
1969 - Space Oddity
1970 - The Man Who Sold the World
1971 - Hunky Dory
1972 - The Rise And Fall Of Ziggy Stardust And The Spiders From Mars
1973 - Aladdin Sane
1973 - Pin Ups
1974 - Diamond Dogs
1975 - Young Americans
1976 - Station to Station
1977 - Low
1977 - "Heroes"
1979 - Lodger
1980 - Scary Monsters (and Super Creeps)
1983 - Let's Dance
1984 - Tonight
1986 - Labyrinth
1987 - Never Let Me Down
1993 - Black Tie White Noise
1993 - The Buddha of Suburbia
1995 - 1.Outside
1997 - Earthling
1999 - 'hours...'
2002 - Heathen
2003 - Reality
2013 - The Next Day
2016 - Blackstar

8 gennaio 2018

9 gennaio 2017 - Muore il sociologo-filosofo Zygmunt Bauman















Zygmunt Bauman (Poznań, 19 novembre 1925 – Leeds, 9 gennaio 2017) è stato un sociologo, filosofo e accademico polacco di origini ebraiche.

Nato da genitori ebrei a Poznań nel 1925, Bauman fuggì nella zona di occupazione sovietica dopo che la Polonia fu invasa dalle truppe tedesche nel 1939 all'inizio della seconda guerra mondiale. Successivamente, divenuto comunista, si arruolò in una unità militare sovietica. Dopo la guerra, incominciò a studiare sociologia all'Università di Varsavia, dove insegnavano Stanisław Ossowski e Julian Hochfeld. Durante una permanenza alla London School of Economics, preparò la sua maggiore dissertazione sul socialismo britannico che fu pubblicata nel 1959.

Bauman collaborò con numerose riviste specializzate tra cui la popolare Socjologia na co dzień ("La Sociologia di tutti i giorni", del 1964), che raggiungeva un pubblico più vasto del circuito accademico. Inizialmente, egli rimase vicino al marxismo-leninismo ufficiale, per poi avvicinarsi ad Antonio Gramsci e Georg Simmel soprattutto dopo il 1956 e la destalinizzazione.

Nel marzo del 1968, la ripresa dell'antisemitismo, utilizzato anche nella lotta politica interna in Polonia, spinse molti ebrei polacchi a emigrare all'estero; tra questi, molti intellettuali distaccatisi dal regime. Bauman, che aveva perso la sua cattedra all'Università di Varsavia, fu uno di questi. Egli dapprima emigrò in Israele per andare a insegnare all'Università di Tel Aviv; successivamente accettò una cattedra di sociologia all'Università di Leeds, dove dal 1971 al 1990 è stato professore. Dal 1971 ha quasi sempre scritto in lingua inglese. Sul finire degli anni ottanta, si è guadagnato una fama internazionale grazie ai suoi studi riguardanti la connessione tra la cultura della modernità e il totalitarismo, in particolar modo sul nazismo e l'Olocausto. Ha infine ottenuto anche la cittadinanza inglese.

Si è spento il 9 gennaio 2017, all'età di 91 anni, nella città di Leeds, dove viveva e insegnava da tempo.

4 gennaio 2018

5 gennaio 2014 - Muore l'asso del calcio portoghese Eusebio






















Eusébio da Silva Ferreira (Lourenço Marques, 25 gennaio 1942 - 5 gennaio 2014)

E' stato un calciatore portoghese, di ruolo attaccante.

Considerato il giocatore portoghese più forte della storia, fu eletto Pallone d'oro nel 1965 e Scarpa d'oro due volte (1968, 1973). Occupa la 9ª posizione nella speciale classifica dei migliori calciatori del XX secolo pubblicata da IFFHS.

Nato nell'allora colonia portoghese del Mozambico, ereditò la passione per il calcio dal padre, centravanti del Ferroviario.Entrò giovanissimo nelle file dello Sporting Lourenço Marques. allenato dall'ex portiere della Nazionale italiana Ugo Amoretti, che lo propose, senza successo, alla Juventus, al Torino, al Genoa e alla Sampdoria. Nel 1960, l'ex centrocampista della nazionale brasiliana Bauer, ne parlò al suo ex allenatore Béla Guttmann, allora alla guida del Benfica. Eusébio fu quindi aggregato alla rosa della prima squadra, e poco tempo dopo (1962) era il centravanti titolare nella formazione che a Berna conquistò la seconda consecutiva Coppa dei Campioni: segnò una doppietta nel 5-3 finale.

5 gennaio 1975 - Nasce l'attore statunitense Bradley Cooper















Bradley Charles Cooper (Filadelfia, 5 gennaio 1975) è un attore e produttore cinematografico statunitense.

Dopo una serie di film commerciali, ha raggiunto il successo grazie alla commedia Una notte da leoni ed ai suoi due seguiti Una notte da leoni 2 ed Una notte da leoni 3. Nel 2012 ha interpretato il personaggio di Patrizio "Patrick" Solitano Jr. detto Pat nel film Il lato positivo - Silver Linings Playbook, per il quale ha ricevuto la nomination agli Oscar come miglior attore protagonista, ai Golden Globe, ai BAFTA e agli Screen Actors Guild Awards.

Nel 2013 per il suo ruolo nel film American Hustle - L'apparenza inganna, ha ricevuto la sua seconda candidatura agli Oscar, questa volta come miglior attore non protagonista. L'anno successivo, ha recitato nel film biografico American Sniper di Clint Eastwood, per il quale ha ricevuto due candidature agli Oscar nella categoria miglior film e miglior attore, interpretando il protagonista Chris Kyle, ed ha doppiato Rocket Raccoon nel film Guardiani della Galassia. Nel 2015 ha recitato in un ruolo di supporto nel film Joy di David O. Russell, alla sua terza collaborazione con il regista insieme all'attrice Jennifer Lawrence.

Le sue interpretazioni

Wet Hot American Summer, regia di David Wain (2001)
My Little Eye, regia di Marc Evans (2002)
Una ragazza per due (Bending All the Rules), regia di Morgan Klein e Peter Knight (2002)
2 single a nozze - Wedding Crashers (Wedding Crashers), regia di David Dobkin (2005)
A casa con i suoi (Failure to Launch), regia di Tom Dey (2006)
Il peggior allenatore del mondo (The Comebacks), regia di Tom Brady (2007)
Segreti dal passato (Olden Than America), regia di Georgina Lightning (2008)
The Rocker - Il batterista nudo (The Rocker), regia di Peter Cattaneo (2008)
Prossima fermata: L'inferno (The Midnight Meat Train), regia di Ryûhei Kitamura (2008)
Yes Man, regia di Peyton Reed (2008)
New York, I Love You, regia di Allen Hughes (2009)
La verità è che non gli piaci abbastanza (He's Just Not That Into You), regia di Ken Kwapis (2009)
Una notte da leoni (The Hangover), regia di Todd Phillips (2009)
Case 39, regia di Christian Alvart (2009)
A proposito di Steve (All About Steve), regia di Phil Traill (2009)
Appuntamento con l'amore (Valentine's Day), regia di Garry Marshall (2010)
A-Team (The A-Team), regia di Joe Carnahan (2010)
Limitless, regia di Neil Burger (2011)
Una notte da leoni 2 (The Hangover: Part II), regia di Todd Phillips (2011)
The Words, regia di Brian Klugman e Lee Sternthal (2012)
Hit and Run, regia di David Palmer e Dax Shepard (2012)
Il lato positivo - Silver Linings Playbook (Silver Linings Playbook), regia di David O. Russell (2012)
Come un tuono (The Place Beyond the Pines), regia di Derek Cianfrance (2012)
Una notte da leoni 3 (The Hangover: Part III), regia di Todd Phillips (2013)
American Hustle - L'apparenza inganna (American Hustle), regia di David O. Russell (2013)
Una folle passione (Serena), regia di Susanne Bier (2014)
American Sniper, regia di Clint Eastwood (2014)
Sotto il cielo delle Hawaii (Aloha), regia di Cameron Crowe (2015)
Joy, regia di David O. Russell (2015)
Il sapore del successo (Burnt), regia di John Wells (2015)
Anime gemelle (Baby, Baby, Baby), regia di Brian Klugman (2015)
Trafficanti (War Dogs), regia di Todd Phillips (2016)

2 gennaio 2018

3 gennaio 2009 - La prima versione della moneta Bitcoin
















Sviluppatore Satoshi Nakamoto (creatore)
Wladimir van der Laan
Data prima versione 3 gennaio 2009
Ultima versione 0.12.1 (15/04/2016)
Sistema operativo Microsoft Windows
Linux
macOS
Linguaggio C++
Genere Moneta elettronica (non in lista)
Licenza Licenza MIT
(licenza libera)
Sito web
bitcoin.org

Il Bitcoin è una moneta elettronica creata nel 2009 da un anonimo inventore, noto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto, che sviluppò un'idea da lui stesso presentata su Internet a fine 2008. Per convenzione se il termine Bitcoin è utilizzato con l'iniziale maiuscola si riferisce alla tecnologia e alla rete, mentre se minuscola (bitcoin) si riferisce alla valuta in sé.

A differenza della maggior parte delle valute tradizionali, Bitcoin non fa uso di un ente centrale né di meccanismi finanziari sofisticati, il valore è determinato dalla leva domanda e offerta: esso utilizza un database distribuito tra i nodi della rete che tengono traccia delle transazioni, ma sfrutta la crittografia per gestire gli aspetti funzionali, come la generazione di nuova moneta e l'attribuzione della proprietà dei bitcoin.

La rete Bitcoin consente il possesso e il trasferimento anonimo delle monete; i dati necessari a utilizzare i propri bitcoin possono essere salvati su uno o più personal computer o dispositivi elettronici quali smartphone, sotto forma di "portafoglio" digitale, o mantenuti presso terze parti che svolgono funzioni simili a una banca. In ogni caso, i bitcoin possono essere trasferiti attraverso Internet verso chiunque disponga di un "indirizzo bitcoin". La struttura peer-to-peer della rete Bitcoin e la mancanza di un ente centrale rende impossibile a qualunque autorità, governativa o meno, il blocco dei trasferimenti, il sequestro di bitcoin senza il possesso delle relative chiavi o la svalutazione dovuta all'immissione di nuova moneta.

Bitcoin è una delle prime implementazioni di un concetto definito come criptovaluta, descritto per la prima volta nel 1998 da Wei Dai su una mailing list.

30 dicembre 2017

31 dicembre 2015 - Muore la cantante statunitense Natalie Cole















Stephanie Natalie Maria Cole (Los Angeles, 6 febbraio 1950 – Los Angeles, 31 dicembre 2015) è stata una cantante statunitense, figlia del cantante Nat King Cole.

Tra i suoi maggiori successi si possono annoverare: This Will Be, Sophisticated Lady (She's a Different Lady), I've Got Love on My Mind (nel 1977 arriva in quinta posizione nella Billboard Hot 100 ed in Canada), Our Love (nel 1977 arriva in decima posizione nella Billboard Hot 100), Pink Cadillac (nel 1987 arriva in seconda posizione in Svizzera, quarta in Nuova Zelanda e Canada, quinta in Germania Ovest, nella Billboard Hot 100 e nella UK Singles Chart e sesta in Australia), Miss You Like Crazy (nel 1989 arriva seconda nella UK Singles Chart, quarta in Irlanda e settima nella Billboard Hot 100) e Unforgettable, eseguita in duetto virtuale con il padre.

Debutta nel 1975 con l'album Inseparable, il cui primo singolo estratto This Will Be arriva alla vetta della R&B Chart e vince il grammy award come "Miglior performance femminile R&B", interrompendo la sequenza di Aretha Franklin, che vinceva quel premio ininterrottamente dal 1968. Nello stesso anno vince anche il grammy come "Migliore nuova artista". Tuttavia la sua carriera ha una battuta d'arresto all'inizio degli anni ottanta, per via di alcuni seri problemi legati all'abuso di sostanze stupefacenti.

Ripresasi dai propri problemi, Natalie Cole torna nel 1985 ed il suo album Everlasting arriva in nona posizione in Nuova Zelanda, vende due milioni di copie e riceve numerosi riconoscimenti. La carriera di Natalie Cole prosegue con diversi album e singoli in classifica, ma è soprattutto nel 1991, grazie a Unforgettable, un duetto virtuale con il padre Nat, che la Cole ottiene la notorietà internazionale. Unforgettable, tratta dall'album Unforgettable... with Love infatti vince numerosi Grammy fra cui "Album dell'anno", "Disco dell'anno", "Miglior performance tradizionale pop".

Negli anni successivi, Natalie Cole ha pubblicato numerosi album, apparendo occasionalmente nelle classifiche pop (come nel 1997 con il singolo A Smile Like Yours). I suoi album hanno continuato ad avere ottimi risultati di vendite, e la Cole è considerata una delle principali artiste rappresentanti il genere smooth jazz, trasmessa spesso nelle stazioni radio jazz. Il 9 settembre 2008 è stato pubblicato l'album Still Unforgettable, il cui primo singolo Walkin' My Baby Back Home è nuovamente un duetto virtuale con Nat King Cole.

Natalie Cole ha duettato in varie canzoni con Frank Sinatra, fra le quali I Get A Kick Out Of You, nello show del 1977 Sinatra & Friends, e in They Can't Take That Away From Me, nell'album Duets (Frank Sinatra) del 1993.


i suoi dischi

1975 - Inseparable - disco d'oro
1976 - Natalie - settima posizione in Canada e disco d'oro
1977 - Unpredictable - ottava posizione nella Billboard 200 e disco di platino
1977 - Thankful - disco di platino
1979 - I Love You So - disco d'oro
1979 - We're the Best of Friends (con Peabo Bryson) - disco d'oro
1980 - Don't Look Back
1981 - Happy Love
1983 - I'm Ready
1985 - Dangerous
1987 - Everlasting - disco d'oro e disco d'argento
1989 - Good to Be Back - decima posizione nella UK Albums Chart e disco d'oro
1991 - Unforgettable... with Love
1993 - Take a Look - due dischi d'oro
1994 - Holly & Ivy - disco d'oro
1996 - Stardust - disco di platino
1997 - Snowfall on the Sahara
1999 - The Magic of Christmas (con London Symphony Orchestra)
2002 - Ask a Woman Who Knows quinta posizione nella Billboard 200 e disco d'argento
2006 - Leavin'
2008 - Still Unforgettable
2008 - Caroling, Caroling: Christmas with Natalie Cole
2013 - Natalie Cole en Español

29 dicembre 2017

30 dicembre 1946 - Nasce la cantante statunitense Patti Smith




















Patti Smith, all'anagrafe Patricia Lee Smith (Chicago, 30 dicembre 1946), è una cantautrice, poetessa e artista statunitense.

Figura atipica e rivoluzionaria nel rock degli anni settanta, è stata tra le grandi protagoniste del proto-punk e della New wave.Il grande carisma interpretativo e la suggestiva potenza delle parole delle sue canzoni le hanno fatto guadagnare il soprannome di ''sacerdotessa maudit del rock".

La rivista Rolling Stone la inserisce al quarantasettesimo posto nella sua classifica dei 100 migliori artisti.

Nel 2012 in occasione del festival di Sanremo duetta come ospite straniero con il gruppo Marlene Kuntz cantando Impressioni di settembre della Premiata Forneria Marconi e il suo più famoso successo Because the Night, il quale le fa guadagnare una standing ovation. Il 5 giugno 2012 viene pubblicato in Italia il nuovo album di inediti: Banga. Il 25 aprile 2013 è ospite nel talent show The Voice of Italy nel quale duetta insieme a Noemi, Raffaella Carrà, Riccardo Cocciante e Piero Pelù uno dei suoi più grandi successi Because the night.

Il 3 maggio 2017, le viene conferita la laurea magistrale ad honorem in "lettere classiche e moderne" presso l'Università degli studi di Parma.

I suoi album

1975 - Horses
1976 - Radio Ethiopia
1978 - Easter
1979 - Wave
1988 - Dream of Life
1996 - Gone Again
1997 - Peace and Noise
2000 - Gung Ho
2004 - Trampin'
2007 - Twelve
2012 - Banga

24 dicembre 2017

25 dicembre 2016 - Muore il cantante britannico George Michael












Georgios Kyriacos Panayiotou, in arte George Michael (Londra, 25 giugno 1963 - Goring-on-Thames, 25 dicembre 2016)

Fu un cantante britannico di musica pop, soul e r'n'b.

Con circa 100 milioni di dischi venduti, è uno degli artisti musicali britannici di maggior successo, nella madrepatria e all'estero, molto famoso anche negli Stati Uniti. Originariamente membro del duo pop Wham!, si è poi lanciato in una fortunata carriera da solista iniziata nel 1987 con l'album Faith (vincendo 2 Grammy Awards negli Stati Uniti, come artista r'n'b, pur non essendo afroamericano) e la relativa tournée mondiale. Dopo un paio di album (Listen Without Prejudice, Vol. 1 e Older), seguono lunghi periodi dedicati soltanto all'esecuzione, dal vivo (Five Live) e in studio (Songs from the Last Century), di cover di brani di altri artisti (a causa di problemi legali con la propria etichetta) e una breve crisi personale (dovuta, in parte, a scandali legati alla sua omosessualità). È tornato alla ribalta nel 2004 con un nuovo album, Patience, e un altro tour mondiale. Nel 2014 torna sulla scena musicale con un nuovo album, Symphonica, registrato durante il Symphonica Tour.

Nato a East Finchley (un distretto di Londra), da padre greco-cipriota e madre inglese, George inizia la sua carriera formando la band «The Executive», assieme al suo amico del cuore Andrew Ridgeley, un suo compagno di scuola e il chitarrista David Austin (altro grande amico, anche lui poi cantante - ha conosciuto un successo limitato come solista e, occasionalmente, collabora ancora con George). Il gruppo non sopravvive però molto a lungo. George e Andy decidono di continuare da soli, e formano così il duo degli Wham!.

Il 25 dicembre 2016 muore nella sua abitazione di Goring-on-Thames, stroncato da un infarto a 53 anni. La causa del decesso viene confermata dallo staff dell'artista e dalla polizia.

I suoi album

1987 - Faith (CBS)
1990 - Listen Without Prejudice, Vol. 1 (CBS)
1996 - Older (Virgin)
1999 - Songs from the Last Century (Sony)
2004 - Patience (Sony)
2014 - Symphonica (dal vivo)

21 dicembre 2017

22 dicembre 2014 - Muore il cantante britannico Joe Cocker

























John Robert Cocker, detto Joe (Sheffield, 20 maggio 1944 – Crawford, 22 dicembre 2014), è stato un cantante e musicista britannico.

È noto in particolar modo per le sue rivisitazioni di canzoni già famose e per le sue esibizioni dal vivo, nonché per il virtuoso utilizzo del falsettone unito a una voce graffiante e profonda.

Nel 1983 vinse il Grammy Award come «miglior interpretazione pop di un duo o un gruppo» per Up Where We Belong, brano cantato con Jennifer Warnes. La rivista statunitense Rolling Stone nel 2008 lo collocò al 97º posto della classifica dei cento migliori cantanti di tutti i tempi.

Nasce a Sheffield il 20 maggio 1944, da Harold Cocker e Magde Lee. L'origine del soprannome "Joe", secondo diverse testimonianze familiari, nacque da un gioco chiamato "Cowboy Joe", a cui egli amava molto giocare. Da bambino fu fortemente influenzato dalla musica di Ray Charles e Lonnie Donegan.

Inizia la sua carriera musicale nella sua città natale, all'età di 12 anni, invogliato dal fratello; la sua prima band è gli Avengers (con il nome di Vance Arnold), seguita dai Big Blues (1963), e infine The Grease Band (1966). Il suo primo singolo è la cover dei Beatles I'll Cry Instead, dall'album A Hard Day's Night.

I suoi album

With a Little Help from My Friends (1969)
Joe Cocker! (1969)
Joe Cocker (1972) - uscito solo in Europa
I Can Stand a Little Rain (1974)
Jamaica Say You Will (1975)
Stingray (1976)
Luxury You Can Afford (1978)
Sheffield Steel (1982)
Civilized Man (1984)
Cocker (1986)
Unchain My Heart (1987)
One Night of Sin (1989)
Night Calls (1991)
Have a Little Faith (1994)
Organic (1996)
Across from Midnight (1997)
No Ordinary World (1999)
Respect Yourself (2002)
Heart & Soul (2004)
Hymn for My Soul (2007)
Hard Knocks (2010)
Fire It Up (2012)


18 dicembre 2017

19 dicembre 2016 - L'attentato terroristico nel mercato di Natale a Berlino














L'attentato di Berlino è stato un attacco terroristico avvenuto il 19 dicembre 2016, che ha provocato 12 morti e 56 feriti tra gli avventori di un mercatino di Natale di Berlino.

Un autoarticolato con targa polacca, proveniente dall'Italia, ha investito la folla al mercatino di Natale del quartiere berlinese a Breitscheidplatz, nelle vicinanze della Kaiser-Wilhelm-Gedächtniskirche di Charlottenburg

Nella notte del 22 dicembre 2016, Anis Amri, sospetto attentatore, è stato ucciso in Italia a Sesto San Giovanni (Milano) durante un controllo di polizia all'esterno della locale stazione ferroviaria.

La responsabilità dell'attentato è stata rivendicata dal cosiddetto Stato Islamico, con un video di propaganda diffuso attraverso l'agenzia di stampa Amaq.

Alle ore 20:02, il camion rubato proveniente da Hardenbergstraße è entrato nel mercatino di Natale allestito a Breitscheidplatz a Charlottenburg, travolgendo bancarelle e clienti per circa 50 metri, per poi deviare e fermarsi su Budapester Straße, nei pressi della Chiesa della memoria. Prima di entrare nel mercatino, il camion era già transitato per Breitscheidplatz una volta.

Dopo l'impatto, diversi testimoni hanno visto il conducente lasciare il camion e fuggire verso Tiergarten, inseguito da un testimone.

Łukasz Urban è stato trovato morto sul sedile del passeggero dell'abitacolo del camion: era stato accoltellato e colpito da uno sparo alla testa con un'arma da fuoco di piccolo calibro.Gli investigatori ritengono che Urban fosse ancora vivo quando il camion ha raggiunto Breitscheidplatz e che sia stato accoltellato nel tentativo di fermare l'attacco, afferrando il volante e costringendo il camion a virare a sinistra e a schiantarsi, salvando in tal modo altre vite.L'arma da fuoco non è stata rinvenuta sul luogo del delitto.